ERICA: UNA FIORITURA PERFETTA PER L’ AUTUNNO E L’ INVERNO

L’Erica Gracillis e l’Erica Calluna sono delle piante che possono dare vita a giardini e balconi rendendo l’autunno vivace e donandoci in questa stagione fioriture allegre e variopinte, anche se può avere un po’ di fioritura pure in primavera, e donarci coloratissimi fiori per tutto l’inverno.

Annuncio pubblicitario - clicca sull'immagine qui sotto per saperne di più

Si tratta di una piante erbacee arbustive sempreverdi molto compatte, che possono raggiungere i 50 cm di altezza, con fusti ricoperti da foglie piccole e verdi, aghiformi, e con fiori in tutte le tonalità del rosa, che sopportano molto bene il freddo, quindi sono piante perfette per l’autunno e l’inverno.

Annuncio pubblicitario - clicca sull'immagine qui sotto per saperne di più

 PIANTARE O TRAVASARE L’ERICA DOPO L’ACQUISTO

L’errore che molti fanno dopo averla acquistata è quello di rinvasarla usando un comune terriccio, acquistato in un qualsiasi negozio che tratti articoli per la casa, ma occorre sapere che l’erica essendo una pianta acidofila vive bene in terreni acidi, ossia con un pH inferiore a 6,5 altrimenti potrebbe avere disturbi dovuti alla difficoltà di estrarre il ferro necessario al suo sviluppo.

Annuncio pubblicitario - clicca sull'immagine qui sotto per saperne di più

Pertanto tenendo conto che di solito i terreni in genere hanno un pH vicino al neutro, se vogliamo coltivare un Erica in salute, ora sappiamo che non si accontenterà di un terreno qualsiasi ma dovremmo per forza di cose sistemarla in un terriccio per piante acidofile che si può facilmente acquistare in un gardencenter, un vivaio specializzato oppure online cliccando su una delle immagini qui sotto.

Annuncio pubblicitario - clicca sull'immagine qui sotto per saperne di più

  • N.B. Cliccando su una delle seguenti pubblicità si verrà reindirizzati al sito ufficiale di Amazon e pertanto i proprietari di questo blog potrebbero ricevere una commissione solo nel qual caso si proceda all’acquisto del prodotto selezionato sul sito ufficiale.

DISPONIBILE SU AMAZON

ACIDA 20 -TERRICCIO PER PIANTE ACIDOFILE Vigorplant

Terriccio Acidofile 20 litri VigorplantLa miscelazione di torba bionda strutturata, di torba irlandese di media umificazione e di pomice conferisce a questo substrato un’ elevata porosità pur mantenendo un’ ottimale disponibilità idrica.Il basso valore iniziale di pH e la torba di media umificazione favoriscono un vigoroso sviluppo dell’apparato radicale e contrastano l’effetto negativo delle acque irrigue dure
We earn a commission if you make a purchase, at no additional cost to you.

Comunque non è strettamente necessario rinvasarla subito dopo l’acquisto perchè va fatto solo quando ha raggiunto dimensioni troppo eccessive rispetto al vaso in cui è collocata e preferibilmente in primavera.

Annuncio pubblicitario - clicca sull'immagine qui sotto per saperne di più

Cerchiamo di sfilare la piantina dal vasetto di plastica in cui l’abbiamo acquistata evitando di rompere la terra e di rovinare il suo pane di terra (la formina di terra aderente alle radici che assume la forma del vaso che la contiene), ponendo particolare attenzione a non toccare radici e radichette che si sono sviluppate nel vasetto per evitare di fare danni.

Annuncio pubblicitario - clicca sull'immagine qui sotto per saperne di più

Il nuovo vaso dovrebbe essere poco più grande del vecchio (circa 2 cm di diametro in più) e prima di riempire il nuovo vaso con del terriccio per piante acidofile, sarebbe bene mettere sul fondo di quest’ultimo uno strato di argilla espansa alto un paio di centimetri che possiamo acquistare online cliccando sull’immagine qui sotto

Annuncio pubblicitario - clicca sull'immagine qui sotto per saperne di più

  • N.B. Cliccando su una delle seguenti pubblicità si verrà reindirizzati al sito ufficiale di Amazon e pertanto i proprietari di questo blog potrebbero ricevere una commissione solo nel qual caso si proceda all’acquisto del prodotto selezionato sul sito ufficiale.

Mentre se intendiamo piantare l’erica in piena terra, direttamente in giardino, occorrerà scavare una buca più grande del vaso in cui si trova la pianta acquistata, proprio perchè quest’ultima dovrà essere riempita sul fondo e sui lati di terriccio per acidofile.

Annuncio pubblicitario - clicca sull'immagine qui sotto per saperne di più

Una cosa importante da sapere è che l’erica predilige terreni con un giusto livello di umidità, ovvero né troppo asciutti e nemmeno troppo umidi, l’importante è che siano ben drenati (lascino defluire l’acqua) soffici e arieggiati.

Annuncio pubblicitario - clicca sull'immagine qui sotto per saperne di più

DOVE POSIZIONARLA

L’erica è pianta che ama la luce solare, ma non l’esposizione diretta. Se si vuole esporre l’erica alla diretta luce solare bisogna farlo nelle prime ore del mattino e per non più di due ma solo nella stagione autunnale o invernale

Annuncio pubblicitario - clicca sull'immagine qui sotto per saperne di più

La posizione ideale per la coltivazione dell’erica è in zone ombreggiate e ben arieggiate. Nelle aree del Nord l’erica si può coltivare anche nei luoghi soleggiati, ma sempre ben arieggiati. Anche se l’erica resiste bene alle temperature invernali il vaso deve essere collocato in ambienti con temperature non inferiori ai sette gradi e non superiori ai quindici, in luoghi freschi e arieggiati.

Annuncio pubblicitario - clicca sull'immagine qui sotto per saperne di più

COME ANNAFFIARLA

L’erica non necessita di annaffiature eccessive, ma costanti e regolari, in modo da garantire un buon equilibrio idrico senza rischio di ristagni o eccessiva secchezza del terriccio e della pianta. Le irrigazioni possono essere effettuate ogni quindici o venti giorni. 

Annuncio pubblicitario - clicca sull'immagine qui sotto per saperne di più

L’acqua deve essere priva di calcare altrimenti si rischia di alterare il ph del terreno. In estate, per favorire l’umidità del terriccio e la relativa evaporazione, si possono effettuare delle nebulizzazioni di acqua sulla chioma della pianta. Per verificare se l’acqua del nostro rubinetto contiene una certa quantità di calcare possiamo utilizzare dei bastoncini adatti a misurare la durezza dell’acqua, come quello indicato nell’immagine qui sotto, e nel qual caso acquistare online, cliccando su una delle immagini qui sotto, un semplice ed economico depuratore da sistemare sotto il rubinetto per depurare l’acqua.

Annuncio pubblicitario - clicca sull'immagine qui sotto per saperne di più

CONCIMAZIONI

L’erica va concimata con un fertilizzante liquido, specifico per acidofile, come quelli indicati qui sotto, ogni due settimane, partendo dall’estate. Durante la fioritura è consigliabile usare concimi con alto titolo di potassio per stimolare una sana e rigogliosa crescita dei fiori.

Annuncio pubblicitario - clicca sull'immagine qui sotto per saperne di più

 Il concime adatto all’erica deve essere ricco di macroelementi ( azoto, fosforo, potassio) e microelementi, tra cui ferro, manganese, boro, zinco e altri che aiutano la pianta ad assorbire meglio le sostanze nutritive e a correggere eventuali squilibri chimico fisici del terreno di coltivazione. Il dosaggio ideale per la sana crescita dell’erica dovrebbe essere leggermente inferiore a quello riportato nella confezione di acquisto del concime.

Annuncio pubblicitario - clicca sull'immagine qui sotto per saperne di più

POTATURE

L’erica è una pianta che non necessita di potature eccessive o aggressive. In genere si interviene una volta all’anno per eliminare i fiori secchi e accorciare i rami troppo lunghi. L’operazione va effettuata dopo la fioritura ed entro la fine di maggio, specie per le varietà coltivate all’aperto a scopo tappezzante.

Annuncio pubblicitario - clicca sull'immagine qui sotto per saperne di più

MALATTIE

Molto temibile per l’erica è la carenza di acqua che causa l’assottigliamento del fusto e la caduta delle foglie. Questo sintomo può essere prevenuto nebulizzando ogni giorno la chioma della pianta con acqua non calcarea.

Annuncio pubblicitario - clicca sull'immagine qui sotto per saperne di più

Oltre a questo l’erica viene spesso attaccata da comuni insetti come la cocciniglia e il ragnetto rosso. L’infezione da cocciniglia cotonosa è facilmente riconoscibile perché la pianta si ricopre di chiazze biancastre, come se fossero batuffoli di cotone, oltre che da sostanze zuccherine ed appiccicose che la rendono esposta anche all’attacco di muffe.

Annuncio pubblicitario - clicca sull'immagine qui sotto per saperne di più

Oppure l’infezione da ragnetto rosso si manifesta con macchie rossastre sulle foglie e presenza di ragnatele. Gli attacchi di questi insetti parassiti si combattono tramite utilizzo di insetticidi specifici, reperibili presso i vivai e le aziende che commerciano prodotti e insetticidi per l’agricoltura, oppure cliccando su uno dei link qui sotto.

Annuncio pubblicitario - clicca sull'immagine qui sotto per saperne di più

Le radici dell’erica vengono spesso aggredite da un fungo parassita, l’Hymenoscyphus ericae, ma non c’è da temere perchè l’infezione non provoca sintomi o gravi patologie alla pianta, visto che lei usa il parassita per potenziare la sua capacità di assorbimento delle sostanze nutritive del terreno.

Annuncio pubblicitario - clicca sull'immagine qui sotto per saperne di più

Se non ne possiedi una non pensi sia arrivato il momento di provare a vedere come sta sul tuo balcone o nel tuo giardino? Prova a cliccare su una delle immagini qui sotto per saperne di più!

Annuncio pubblicitario - clicca sull'immagine qui sotto per saperne di più

Oppure clicca qui dove stai leggendo per scoprire quali sono le piante per avere un giardino o un balcone fiorito anche in inverno.

Annuncio pubblicitario - clicca sull'immagine qui sotto per saperne di più

  • COME ARREDARE LA CASA CON LE PIANTE IN MODO DIVERTENTE CON UN TOCCO DI CLASSE

    COME ARREDARE LA CASA CON LE PIANTE IN MODO DIVERTENTE CON UN TOCCO DI CLASSE

    Arredare la casa con le piante non è solo una scelta estetica, ma un vero e proprio stile di vita che porta allegria e benessere. Ecco alcuni consigli per rendere la tua casa un’oasi verde, divertente e interessante: scegli le piante giuste per ogni stanza, gioca con le altezze, crea un angolo verde, aggiungi un…

  • LA MATITA A CUI PUOI DARE UNA SECONDA VITA FACENDOLA GERMOGLIARE NEL TERRENO (recensione della matita piantabile Sprout)

    LA MATITA A CUI PUOI DARE UNA SECONDA VITA FACENDOLA GERMOGLIARE NEL TERRENO (recensione della matita piantabile Sprout)

    Immaginate di poter scrivere, disegnare e allo stesso tempo dare vita a una nuova pianta. Con la Matita Piantabile Sprout, questo sogno diventa realtà. Queste matite non sono solo strumenti per scrivere, ma anche semi di un futuro più verde. Una volta consumate, non le getterete via, ma le potrete piantare!

  • COME VALORIZZARE LA CASA CON PIANTE DI PREGIO

    COME VALORIZZARE LA CASA CON PIANTE DI PREGIO

    Come trasformare il vostro angolo di casa in un vero e proprio red carpet botanico, dove ogni pianta è una star pronta a brillare? Dove acquistarle? Michele il giardiniere vi trasporterà in un simpatico viaggio in cui le piante d’appartamento di pregio saranno di scena per capire come valorizzare e cambiare aspetto alla propria casa.

  • PERCHÈ GLI ALBERI ATTIRANO I FULMINI?

    PERCHÈ GLI ALBERI ATTIRANO I FULMINI?

    Alcune specie di alberi, come per esempio Pini, hanno una corteccia spugnosa che assorbe e trattiene molta acqua durante le piogge: in questo modo si forma al loro interno una colonna d’acqua che attira facilmente i fulmini e…

4124
31

Potrebbero interessarti anche...

2 risposte

  1. Antonio Antonio ha detto:

    È una pianta bellissima! La compro tutti gli anni ma puntualmente mi si secca tutte le volte!!
    Comunque sarà forse perché non sapevo avesse bisogno di terreno acido e che innaffiarla con l’acqua calcarea fosse dannoso, questo articolo mi ha chiarito le idee e quest’anno proverò a seguire i suoi consigli, anzi acquisterò tutto il materiale cliccando direttamente sui link, suggeriti!

  2. Giulia Giulia ha detto:

    Bah! Io la lascio nel vasetto con cui la compro e lascio che la pioggia la innaffi così vedo che mi dura tutto l’inverno…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

affiliato Amazon #