COME FAR DURARE I FIORI RECISI

COME CONSERVARE A LUNGO IL NOSTRO BEL MAZZOLIN DI FIORI

chi di noi non ha ricevuto in dono un bel mazzolin di fiori, simbolo di un “ti ho pensato e perciò…”, ma ahimè non è riuscito a conservare la freschezza di quel gentil pensiero?
C’è un segreto per far durare più a lungo il nostro portafiori in bellavista?

COSA SAI DAVVERO SUI FIORI RECISI?

il fiore una volta reciso dalla pianta madre va incontro a tutta una serie di alterazioni fisiologiche, biochimiche e molecolari.


I principali fattori biologici responsabili del decadimento qualitativo dei fiori recisi sono la respirazione, la produzione di etilene, la perdita di acqua (traspirazione), l’alterazione dell’equilibrio ormonale e l’attivazione di enzimi che alterano il colore dei fiori e delle foglie che sono soggetti a temperatura, umidità ed esposizione di luce, diversi dall’ambiente di provenienza.

Ma niente paura! Se i rimedi della nonna come quello di sciogliere mezza aspirina o un cucchiaio di aceto (in un litro d’acqua) oppure due gocce di candeggina nell’acqua dei fiori, non dovessero funzionare, in questo caso la chimica ci viene incontro sopperendo ai bisogni dei cambiamenti biologici sopra descritti, con prodotti come quelli indicati alla fine di questo articolo.

In generale, comunque in un caso o nel’altro valgono le regole di:

• Tagliare in obliquo il gambo dei fiori recisi, in modo da aumentare la superficie di assorbimento, spuntando il gambo un paio di centimetri a partire dal basso, prima di metterli nel vaso, avendo cura di non schiacciarlo o spezzarlo.

• Rimuovere sempre le foglie che andrebbero a finire sotto il livello dell’acqua, per evitare che marciscano e facciano proliferare nel vaso funghi e batteri che rappresentano la prima causa di avvizzimento dei fiori recisi.

• Cambiare l’acqua almeno ogni due giorni (la quantità d’acqua nel contenitore non deve essere eccessiva, il livello non deve superare la metà dello stelo dei fiori).

Inoltre il portafiori deve essere riposto lontano da fonti di calore (termosifoni, camini o pieno sole).
Soprattutto teniamoli alla larga dalla frutta perché, come accennato sopra, la frutta sprigiona etilene, sostanza che accelera l’appassimento dei fiori recisi.

Concludendo, dunque in alternativa ai rimedi della nonna possiamo sempre utilizzare gli efficacissimi conservanti commerciali per fiori.
Trovate qui di seguito il link di alcuni prodotti consigliati per la conservazione fiori recisi.
Per l’uso corretto possiamo seguire attentamente le istruzioni riportate sulla confezione.

COMPRA QUI CON UN CLICK TUTTO QUELLO CHE TI SERVE A PREZZI VANTAGGIOSI, RICEVERAI COMODAMENTE TUTTO A CASA E IN BREVE TEMPO, DAI UN OCCHIATA QUI SOTTO, OPPURE GUARDA IL NOSTRO CATALOGO PER VEDERE QUELLO CHE OCCORRE PER LE TUE PIANTE ED IL TUO GIARDINO, CONSULTA LA LISTA DEGLI ARTICOLI DI GIARDINAGGIO DALLA BARRA DEL MENÙ CLICCANDO SULLA VOCE DELLA PAGINA “ACQUISTO MATERIALI DA GIARDINAGGIO“.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *