VIA LIBERA ALLE COLTIVAZIONE DEGLI ORTI DA PARTE DEL GOVERNO

il governo ha autorizzato la coltivazione degli orti ma non i giardini nelle seconde case.

Questa notizia la si trova sul sito del governo, nelle FAQ – domanda e risposta (che si può consultare anche qui da questo sito nella sezione “SERVIZI PER LE EMERGENZE – INFORMAZIONI SUL CORONAVIRUS), pubblicata da poche ore, che libera gli orti e permette l’autoproduzione, la conduzione di piccoli poderi, pezzi di terra, vigneti e oliveti, anche lontano dalla propria abitazione. 

Associazioni di categoria e Uncem hanno premuto per permettere la coltivazione per autoproduzione anche lontano da casa.

Quindi è stata consentita la cura e manutenzione di orti e terreni privati, ed è stato consentito spostarsi per raggiungerli, anche nel caso in cui si trovino in comuni diversi da quello di residenza. Ovviamente occorrerà oltre che indicare il percorso per raggiungerli, munirsi anche di certificato che attesti la proprietà o il possesso di tali terreni e la produzione per autoconsumo. (si può scaricare il nuovo modulo per autocertificare i propri spostamenti anche qui da questo sito nella sezione “SERVIZI PER LE EMERGENZE – INFORMAZIONI SUL CORONAVIRUS- MODELLO AUTOCERTIFICAZIONE)

A questo, però, bisogna comunque aggiungere che resta in vigore il divieto di spostarsi in un altro comune per la cura di giardini ed orti di seconde case.

Anche la Coldiretti ha reso noto che finalmente dopo un lungo periodo di clausura imposto dal governo, gli agricoltori che per passione coltivano appezzamenti di terreno pubblici o privati per il gusto di procurarsi cibo genuino con le proprie mani potranno trascorrere un po’ di tempo all’aria aperta

Pure il consigliere regionale del M5s, Thomas De Luca annuncia che spostarsi per prendersi cura degli orti è ora possibile. Aveva chiesto chiarimenti nei giorni scorsi alla ministra Teresa Bellanova, perchè in tanti chiedevano di potersi spostare da casa per curare l’orto, e raccogliere prodotti di stagione da consumare.

Infatti la stessa ministra Bellanova, per tutta risposta, scrive sulla propria pagina Facebook quanto segue: “Mi avete scritto in tanti, chiedendo di potervi prendere cura del vostro orto, a rischio per l’abbandono forzato dovuto alla quarantena. Per molti di voi poter andare nei vostri terreni significa garantire frutta e verdura in tavola di qualità e assicurare un risparmio economico importante per la famiglia, oltre che, lo comprendo bene, di passare un po’ di tempo fuori casa ma in sicurezza… sono contenta di potervi dare la buona notizia, riportata nelle Faq sul sito del governo secondo cui è consentita la cura e manutenzione di orti e terreni privati, ed è consentito spostarsi per raggiungerli…”

Sulla stessa linea il governatore della regione Piemonte Cirio, ribadendo il concetto sulle misure di sicurezza per l’emergenza coronavirus ha affermato: “L’orto è un posto dove si va da soli e per autosostentamento e non può assolutamente essere il giardino delle seconde case. Si parla di orti urbani anche se al di fuori del proprio comune, ma questo è un limite rigoroso e non deve diventare una scusante! Per quanto riguarda la seconda casa non c’è orto che tenga, mi affido perciò al buon senso di tutti!!”

SE TI OCCORRE DEL MATERIALE PER IL TUO ORTO E NON SAI DOVE REPERIRLO IN QUESTO PERIODO DI EMERGENZA CORONAVIRUS, PROVA A DARE UN OCCHIATA AL NOSTRO CATALOGO, PUOI ACQUISTARE OGGI STESSO AD UN PREZZO VANTAGGIOSO TUTTO QUELLO CHE TI SERVE. RICEVERAI COMODAMENTE TUTTO A CASA E IN BREVE TEMPO! DAI UN OCCHIATA QUI SOTTO, OPPURE GUARDA IL NOSTRO CATALOGO O CONSULTA LA LISTA DEGLI ARTICOLI PER L’ORTO E IL GIARDINO DALLA BARRA DEL MENÙ CLICCANDO SULLA VOCE DELLA PAGINA “ACQUISTO MATERIALI DI GIARDINAGGIO“.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.