FAI QUI LE TUE DOMANDE – FORUM DI GIARDINAGGIO

 FAI QUI LE TUE DOMANDE

Se hai delle domande su come curare una pianta, come intervenire o semplicemente esprimere una tua opinione, clicca sul pulsante “SCRIVI UN NUOVO MESSAGGIO” ed esponi il tuo quesito nella relativa casella dei messaggi che comparirà sotto di seguito. Abbi cura di compilare i campi obbligatori relativi ai tuoi dati prima di cliccare sul pulsante “INVIA, questo servirà ad aiutarti in seguito a trovare la tua risposta, insieme al tuo nome e alla data di invio della richiesta.

Annuncio pubblicitario - clicca sull'immagine qui sotto per saperne di più

I dati personali immessi saranno trattati in conformità alle vigenti norme sulla privacy. (leggi informativa sulla privacy).

Annuncio pubblicitario - clicca sull'immagine qui sotto per saperne di più

Una volta approvato il tuo messaggio apparirà in ordine di tempo nelle caselle sottostanti.

Annuncio pubblicitario - clicca sull'immagine qui sotto per saperne di più

Se inoltre ti verrà consigliato di usare un dato prodotto, un attrezzo o una pianta potrai trovare tutto quello che ti occorre nella pagina che elenca i materiali di giardinaggio che si possono acquistare su Amazon , cliccando sulla tipologia di prodotto si verrà collegati direttamente alla pagina dedicata agli acquisti.

Annuncio pubblicitario - clicca sull'immagine qui sotto per saperne di più

Troverai anche la risposta al tuo quesito sul diario qui di seguito ↓

Annuncio pubblicitario - clicca sull'immagine qui sotto per saperne di più

PER CHIEDERE QUALCOSA A MICHELE IL GIARDINIERE CLICCA SUL PULSANTE [Scrivi un nuovo messaggio]CHE TROVI QUI SOTTO.

SCRIVI QUI LA TUA DOMANDA

 
 
 
 
 
 



 
 
 
 
 
I campi contrassegnati con * sono obbligatori.
Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato (leggi informativa sulla privacy selezionando la pagina apposita)
Per ragioni di sicurezza salveremo il tuo indirizzo IP.
Il tuo messaggio potrebbe essere visibile sul diario degli ospiti di questa pagina solo dopo che l'avremo controllato.
Ci riserviamo il diritto di modificare, eliminare o non pubblicare messaggi.
N.B. Selezionando la casella; accept privacy policy si accettettano i termini previsti per legge al trattamento dei dati immessi.
Luca Luca da Roma
Salve!
Le scrivo, per chiederle: " Perchè alcuni alberi vivono per più anni e altri invece, di meno"? E inoltre: " Come fanno alcuni alberi a vivere anche per migliaia di anni"? ( Pensiamo ad esempio agli ulivi e ai cipressi, che possono campare anche per più di duemila anni!!!).

La ringrazio per la sua disponibilità!

Cordiali saluti!

P.S: Desidero che, la risposta, venga pubblicata sul sito!

Luca
Mi piace 1
Michele il giardiniere Risposta dell'amministratore di: Michele il giardiniere
Grazie a lei signor Luca per aver scelto questo sito!
La “dendrocronologia” cioè la scienza che studia la longevità delle piante ci dice che le specie che hanno la vita più lunga sono tutte arboree.
Bisogna tener conto che le cellule vegetali, di cui sono fatti gli alberi, sono capaci di replicarsi o moltiplicarsi all’infinito creando sempre nuovi tessuti responsabili dell’aumento delle loro dimensioni.
A questo punto si può comprendere che il subentrare di alcuni fattori esterni può interferire sullo sviluppo e la longevità degli alberi può essere gravemente compromessa.
Tutto dipende dalle condizioni meteorologiche che si verificano al momento della crescita e dall’apporto di sostanze nutritive, più queste sono favorevoli e più la pianta crescerà sana e vivrà a lungo, infatti da queste dipenderà lo spessore del tronco; un tronco robusto, ad esempio, ci indica una pianta in salute e ben nutrita a differenza di un tronco esile che è indice di una pianta sofferente e più soggetta a malattie e cedimenti sotto l’ azione di venti o di abbondanti nevicate che possono portare a morte prematura.
Le circostanze variano poi da pianta a pianta e dall’ ambiente in cui vivono, ad esempio si pensa che il fusto di un albero sia perfettamente cilindrico, se l’esemplare vive in un bosco compatto, dove è protetto da ogni lato e ha il solo compito di ricercare la luce solare. In queste condizioni cresce diritto come un fuso, e gli anelli interni della sezione trasversale sono perfettamente circolari. Mentre se l'albero è isolato ed è sottoposto all'azione del vento, la crescita in spessore degli anelli del legno non è uniforme e dipende dalla direzione del vento, mentre la sezione è di forma ovale. A questo c’è da aggiungere che questa diversità di crescita del tronco, e relativa misura degli anelli, varia notevolmente tra le conifere e le latifoglie, poiché le prime riportano un maggior accrescimento nella parte posta "sottovento", mentre le latifoglie s’ispessiscono maggiormente nel lato "sopravento".
Vi sono poi specie come l’olivo che da un lato ha straordinarie capacità intrinseche di adattarsi e sopportare ogni tipo di avversità e stress. Si pensi allo stress idrico (è capace di sopravvivere sia a lunghi periodi di siccità che ad alluvioni o piogge torrenziali), oppure alla sua straordinaria resistenza a malattie come la carie del legno con la capacità di sopportare pesanti lesioni del tronco dovute all’estirpazione di slupature o di cancri, rigenerando i tessuti. Mentre d’altro canto si è dimostrato incapace di reagire a malattie insidiose come la Xylella fastidiosa che sta decimando intere cultivar nel sud Italia.

Possiamo allora dire che ogni albero ha una storia da raccontare, quello più fortunato avrà molto da dire! E sarà annoverato fra i grandi patriarchi verdi o alberi monumentali. Ci sarà poi quello che avrà testimoniato eventi drammatici e altri che saranno fonte di rivelazione o ispirazione, ma tutti con la loro tenacia e longeva esistenza ci ricorderanno che la vita va avanti.


Con la peranza di essere stato abbastanza esaustivo colgo l'occasione per porgerle cordiali saluti!
... Toggle this metabox.
affiliato Amazon #