FAI QUI LE TUE DOMANDE – FORUM DI GIARDINAGGIO

 FAI QUI LE TUE DOMANDE

Se hai delle domande su come curare una pianta, come intervenire o semplicemente esprimere una tua opinione, clicca sul pulsante “SCRIVI UN NUOVO MESSAGGIO” ed esponi il tuo quesito nella relativa casella dei messaggi che comparirà sotto di seguito. Abbi cura di compilare i campi obbligatori relativi ai tuoi dati prima di cliccare sul pulsante “INVIA, questo servirà ad aiutarti in seguito a trovare la tua risposta, insieme al tuo nome e alla data di invio della richiesta.

Annuncio pubblicitario - clicca sull'immagine qui sotto per saperne di più

I dati personali immessi saranno trattati in conformità alle vigenti norme sulla privacy. (leggi informativa sulla privacy).

Annuncio pubblicitario - clicca sull'immagine qui sotto per saperne di più

Una volta approvato il tuo messaggio apparirà in ordine di tempo nelle caselle sottostanti.

Annuncio pubblicitario - clicca sull'immagine qui sotto per saperne di più

Se inoltre ti verrà consigliato di usare un dato prodotto, un attrezzo o una pianta potrai trovare tutto quello che ti occorre nella pagina che elenca i materiali di giardinaggio che si possono acquistare su Amazon , cliccando sulla tipologia di prodotto si verrà collegati direttamente alla pagina dedicata agli acquisti.

Annuncio pubblicitario - clicca sull'immagine qui sotto per saperne di più

Troverai anche la risposta al tuo quesito sul diario qui di seguito ↓

Annuncio pubblicitario - clicca sull'immagine qui sotto per saperne di più

PER CHIEDERE QUALCOSA A MICHELE IL GIARDINIERE CLICCA SUL PULSANTE [Scrivi un nuovo messaggio]CHE TROVI QUI SOTTO.

SCRIVI QUI LA TUA DOMANDA

 
 
 
 
 
 



 
 
 
 
 
I campi contrassegnati con * sono obbligatori.
Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato (leggi informativa sulla privacy selezionando la pagina apposita)
Per ragioni di sicurezza salveremo il tuo indirizzo IP.
Il tuo messaggio potrebbe essere visibile sul diario degli ospiti di questa pagina solo dopo che l'avremo controllato.
Ci riserviamo il diritto di modificare, eliminare o non pubblicare messaggi.
N.B. Selezionando la casella; accept privacy policy si accettettano i termini previsti per legge al trattamento dei dati immessi.
ANDREA ANDREA da BITONTO (Bari)
Buon giorno Michele!
Ho da poco comprato questa pianta da mettere nel soggiorno e volevo sapere come poterla curare.



In pratica l'ho travasata nel vaso nuovo mettendogli prima uno strato di argilla espansa e poi il terriccio.
Quello che me l'ha venduta mi ha detto di innaffiarla ogni 20 giorni; io però ho visto che comunque alla base si sono già seccate alcune foglioline.
Secondo te cosa dovrei fare per mantenerla in buono stato?
Dovrebbe stare alla luce diretta? Va bene invece metterla di fianco alla finestra?
Va innaffiata più spesso? Prima dei venti giorni che mi sono stati consigliati?
Va utilizzato il fertilizzante? Poco o tanto?
Mi daresti qualche dritta? Perchè temo di perderla visto che in poco tempo si sono seccate le foglie alla base.
Grazie assai per la risposta!
Mi piace 3
Michele il giardiniere Risposta dell'amministratore di: Michele il giardiniere
Buon giorno a te Andrea!
Grazie per averci contattato e per la fiducia accordataci.

La kenzia (si pronuncia così ma si scrive Kentia - il nome botanico è Howea forsteriana) è una pianta che preferisce gli ambienti chiusi rispetto all’esposizione esterna.
In casa è in grado di purificare anche l'aria aiutando così anche a migliorare l'ambiente in cui si vive (per maggiori informazioni sull’argomento puoi consultare l’articolo che puoi trovare in questo blog nella pagina dedicata ad essi, oppure cliccando sulla seguente dicitura, con il titolo: "LE PIANTE FANNO DAVVERO BENE ALLA SALUTE?")

Questa pianta predilige stare a temperatura ambiente. Per questo, bisogna evitare di posizionarla in luoghi troppo freddi con molte correnti d'aria o luoghi troppo caldi, come ad esempio vicino a un termosifone.

Richiede un posto in casa che non sia esposto al sole in modo diretto soprattutto durante i mesi estivi e particolarmente caldi.

Infatti per la Kentia la luce solare diretta non è assolutamente tollerata e rappresenta un elemento di grande disturbo, se proprio non ci sono alternative si può ovviare schermando la luce con una tenda sulla finestra.

Non ci sono regole precise sugli intervalli di tempo fra un innaffiatura e l'altra, posso solo dirti che questa pianta ha bisogno di annaffiature regolari, ma ben dosate, da aprile ad ottobre, pertanto tasta il terreno con un dito per vedere se questo è umido o asciutto e regolati di conseguenza per capire ogni quanto la tua pianta avrebbe bisogno di irrigazioni.

Ti consiglio però di non esagerare con la quantità d’acqua per evitare che pericolosi ristagni idrici possano far marcire le radici. Presta particolare attenzione a non bagnare il tronco e gli steli per non far marcire anche questi ultimi (a tal proposito controlla che il tuo vaso abbia, nella parte inferiore che poggia sul pavimento, un foro per far drenare l’acqua in eccesso).

Si consiglia, tra un’irrigazione e l’altra, di aspettare che il terreno sia asciutto; la pianta tollera bene periodi di siccità, ma come già detto, non sopporta assolutamente i ristagni di acqua. Durante la stagione invernale, l’apporto di acqua dovrà essere meno regolare.

La Kentia non ha bisogno di potature, piuttosto, è importante rimuovere le foglie secche e malate, come quelle più scure o macchiate che si vedono in foto, che generalmente si trovano nelle zone inferiori della pianta. Questo procedimento infatti aiuta a prevenire eventuali malattie o attacchi da parte di parassiti.

È essenziale pulire periodicamente molto bene le foglie con uno straccio umido, perché oltre all’aspetto estetico, la polvere che le può ricoprire potrebbe impedire alla pianta di respirare.

Sappi che la kentia può essere coltivata solamente in vaso ed il rinvaso si effettua ogni 2-3 anni per evitare che l’apparato radicale si sviluppi a discapito della parte aerea.

Non è consigliabile usare un contenitore troppo grande, di solito basterebbe che il nuovo vaso in cui sistemare la pianta sia di circa 3 cm di diametro più grande del vaso di provenienza. In questa maniera si eviterà di intervenire troppo frequentemente con rinvasi. Quando il vaso raggiunge i 40-50 cm di diametro, si può semplicemente rinvasarla nello stesso contenitore, avendo cura di sostituire il terriccio superficiale con un nuovo substrato adatto.

Il terreno ideale da usare deve essere capace di mantenersi fresco a lungo, ma deve allo stesso tempo permettere un perfetto drenaggio. I terricci studiati appositamente per piante verdi sono di solito adatti, ma per una migliore resa è bene creare noi stessi una miscela ideale mescolando terriccio ammendante, torba e sabbia (o perlite) in parti uguali.
È molto importante creare sul fondo del vaso uno spesso strato a base di argilla espansa o pomice, come dici di aver fatto, perchè questo garantirà un ottimo deflusso dell’acqua a patto che vi sia sul fondo del vaso un foro di drenaggio, altrimenti l'acqua che permane farebbe marcire le radici.

Durante il periodo vegetativo, da primavera ad autunno, è buona norma fornire del concime per piante verdi ad elevato contenuto in Azoto (indicato dalla sigla - N - sulla confezione), circa ogni mese, come uno di quelli indicati qui sotto (puoi cliccare direttamente sopra la dicitura per collegarti al virtual store di Amazon, a cui questo sito è direttamente affiliato, e procedere all'acquisto):

COMPO CONCIME LIQUIDO UNIVERSALE CON MICROELEMENTI PER PIANTE SANE E RIGOGLIOSE

GESAL Concime Liquido per Piante Verdi, Per un Verde intenso e brillante, 1 l

Basta mettere un mezzo tappino di questo concime liquido, nell'acqua che usi per irrigare, oppure in alternativa potresti acquistare le seguenti fiale, pronte all'uso, da inserire a testa in giù nel terreno, che sono in grado di cedere gradualmente il concime contenuto al loro interno, nel giro di 15 giorni:

Cifo - concime - NUTRIMENTO IN FIALE AD USO UNIVERSALE "FERTISTILLA" CONFEZIONE DA 6 FIALE DA 40 ML

Ricapitolando possiamo riassumere le cure da avere nei 6 punti elencati qui di seguito:

  • * Effettuare trattamenti antiparassitari solo in caso di necessità.
  • * Evitare correnti di aria fredda, posizioni al sole diretto e vicino a fonti di calore
  • * Tenere una periodica pulizia delle foglie con uno straccio umido.
  • * Eliminare le foglie secche o che presentano macchie diffuse.
  • * Innaffiare con moderazione per evitare il ristagno idrico nel sottovaso.
  • * ritornare ad innaffiare quando il terriccio è asciutto per evitare dannosi ristagni idrici

Puoi trovare altre utili informazioni su come coltivare questa pianta leggendo l'articolo intitolato: "I SEGRETI DELLA SANSEVIERIA O LINGUA DELLA SUOCERA" che puoi trovare nella sezione del menù che trovi nella barra marroncina su questa pagina in alto, dedicata agli articoli, oppure puoi cliccare direttamente qui per leggerlo.
... Toggle this metabox.
affiliato Amazon #