È FINITA L’AMUCHINA! E ORA? FACCIAMOLA IN CASA!!

amuchina fatta in casa
SEGUI I CONSIGLI DI MICHELE IL GIARDINIERE E SCOPRI COME FARE L'AMUCHINA CON LE TUE MANI E RISPARMIARE UN SACCO DI SOLDI!

I CONSIGLI DI MICHELE IL GIARDINIERE:

Correva l’anno 2020, ci si trovava ancora ai primi mesi dell’anno ma già si era rischiata la terza guerra mondiale, il papa aveva “picchiato” una cinese (profetizzando  forse in segreto un eventuale pericolo di contagio), i reali britannici si erano sfasciati e l’Inghilterra era uscita dall’Europa, kobe Bryant era già morto ed il letale coronavirus aveva già fatto il giro il mondo; dulcis in fundo non si trovava più amuchina nei supermercati e nelle farmacie!

Annuncio pubblicitario - clicca sull'immagine qui sotto per saperne di più

Come si poteva a questo punto seguire i consigli del Ministero della Sanità per lavarsi e disinfettarsi le mani?

Annuncio pubblicitario - clicca sull'immagine qui sotto per saperne di più

Niente paura, oggi come allora Michele il giardiniere è stato sempre pronto ad aiutarci! Non c’è niente di più semplice da fare! È un gioco da ragazzi, lo facevamo nel laboratorio di chimica nei bei tempi andati delle scuole!

Annuncio pubblicitario - clicca sull'immagine qui sotto per saperne di più

La formula è quella che brevettò Oronzio De Nora, l’ingegnere pugliese di Altamura in provincia di Bari, nel lontano 1923, ovvero: 833 ml di alcol etilico al 96% – 42 ml di acqua ossigenata al 3% – 15 ml di glicerina al 98% – 1 l di acqua distillata.

Annuncio pubblicitario - clicca sull'immagine qui sotto per saperne di più

Troppo complicato da realizzare? Niente paura!

Annuncio pubblicitario - clicca sull'immagine qui sotto per saperne di più

ora vi spiego come procedere!! Ecco cosa ci serve:

Annuncio pubblicitario - clicca sull'immagine qui sotto per saperne di più

MATERIALI:

Annuncio pubblicitario - clicca sull'immagine qui sotto per saperne di più
  • 1 ciotola da 2 litri
  • 1 litro di alcol etilico
  • 1 confezione di acqua ossigenata
  • 1 confezione glicerina  
  • acqua distillata            

↓ possiamo acquistare qui sotto tutto quello che ci serve, basta cliccare su uno dei prodotti indicati per vedere di che si tratta ↓

Annuncio pubblicitario - clicca sull'immagine qui sotto per saperne di più

COME PROCEDERE: 

Versiamo 1 litro di alcol etilico in una ciotola, aggiungiamo tre cucchiai di acqua ossigenata, infine aggiungiamo un cucchiaio di glicerina e mezzo bicchiere di acqua distillata e mescoliamo il tutto girando con il cucchiaio.

Annuncio pubblicitario - clicca sull'immagine qui sotto per saperne di più

Abbiamo ottenuto così circa un litro di mistura che potremo conservare in bottigliette, che sarà utilissima ed efficiente per la disinfezione delle mani.

Annuncio pubblicitario - clicca sull'immagine qui sotto per saperne di più
COME LAVARSI LE MANI

Concludiamo spiegando come ci si pulisce con questa mistura fatta in casa

Mettiamo una piccola quantità di prodotto sulle mani sfregandole l’una contro l’altra, avendo cura  di pulire anche gli interstizi fra le dita, pollice e polpastrelli.
Asciughiamoci preferibilmente con salviette monouso e chiudiamo infine il rubinetto con la stessa salviettina che abbiamo usato per evitare così di infettarci nuovamente toccando superfici sporche.

Annuncio pubblicitario - clicca sull'immagine qui sotto per saperne di più

Questa è la prescrizione dell’organizzazione mondiale della sanità che ci spiega che per una corretta igiene occorre dedicare non meno di 40 secondi al passaggio del igienizzante.

Annuncio pubblicitario - clicca sull'immagine qui sotto per saperne di più

Passare quindi velocemente il prodotto sulle mani non ci garantisce un efficace disinfezione.

Annuncio pubblicitario - clicca sull'immagine qui sotto per saperne di più

Occorre sapere, inoltre, che l’uso frequente e prolungato dell’amuchina sulle mani non fa certo bene, perché può provocare secchezza della cute e, soprattutto, potrebbe favorire lo sviluppo di farmacoresistenza nei batteri, che farebbe diventare inefficace il prodotto aumentando nel contempo il rischio di ulteriori infezioni.

Annuncio pubblicitario - clicca sull'immagine qui sotto per saperne di più

Detto questo  ci raccomandiamo di non demonizzare ogni starnuto perché potrebbe essere dovuto ad una semplice allergia stagionale ai pollini, oppure un rigurgito potrebbe essere sintomo di un semplice reflusso gastroesofageo o un’andatura da zombie potrebbe essere dovuta ad una normale sciatica! 

Annuncio pubblicitario - clicca sull'immagine qui sotto per saperne di più

Perciò non allarmiamoci se vediamo che il nostro collega o vicino di casa ha un viso pallido e triste, potrebbe essere solo un po’ giù di morale o anche avere una dolorosa carie ad un molare!

Annuncio pubblicitario - clicca sull'immagine qui sotto per saperne di più

Cerchiamo di stare tranquilli, siamo sopravvissuti mangiando pesce spagnolo al mercurio e uova al fipronil, sopravviveremo anche a questo!!

Annuncio pubblicitario - clicca sull'immagine qui sotto per saperne di più

Infine quando incontriamo i nostri amici, parenti e conoscenti anziché salutarci con baci, abbracci o con una stretta di mano, forse sarebbe meglio farci l’occhiolino così saremo più igienici e simpatici!

Annuncio pubblicitario - clicca sull'immagine qui sotto per saperne di più

E se proprio ci viene da starnutire facciamolo nella piega del gomito, oppure se ci ritroviamo costretti a stare a casa, in quarantena, possiamo dedicarci al giardinaggio leggendo i post di Michele giardiniere!

Annuncio pubblicitario - clicca sull'immagine qui sotto per saperne di più

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

affiliato Amazon #