COME CONSERVARE A LUNGO LA FRUTTA


LO SAPEVATE?

Per conservare più a lungo la frutta fresca, appena comprata, possiamo
mettergli vicino, nello stesso contenitore, delle foglie d’alloro con alcune teste d’aglio.

Queste  hanno infatti la capacità di mitigare l’etilene, un ormone gassoso emanato dalla frutta che le permette di maturare anche dopo la raccolta.

Inoltre è importante sapere che i frutti si possono classificare grossolanamente in due categorie a seconda di come si comportano nella fase finale della maturazione:
I frutti che aumentano la produzione di etilene e velocizzano la maturazione  vengono chiamati “climaterici”.
Mentre i frutti che non producono grandi quantità di etilene e non aumentano la maturazione nella fase finale della loro vita sono definiti “non-climaterici”.

Da questo possiamo dedurre che non dovremmo mai mettere insieme i frutti “climaterici” come: mela, albicocca, caco, avocado, banana, fico, kiwi, mango, nettarina, papaya, pesca, pera, prugna, cocomero e melone, con quelli non-climaterici come: frutti di bosco, mirtilli, more, lamponi, fragole, ciliege, cetrioli, uva, pompelmi, limoni, lime, olive, arance, peperoni e ananas.

In pratica frutti come le mele o le banane che emettono parecchio etilene non solo maturano prima ma fanno maturare più velocemente quelli collocati vicino!

Provare per credere!

ACQUISTA QUI QUELLO CHE TI SERVE : 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.